Skip to content

Regolamento sul Market Abuse (MAR) - Spiegazione

Il  Regolamento sul Market Abuse, introdotto nel 2016, mira a proteggere gli investitori aumentando la trasparenza nei mercati finanziari e contrastando l'abuso di mercato. Allo scopo di standardizzare le normative sull'abuso di mercato nell'UE, questo nuovo regolamento europeo stabilisce misure risolute per estendere la portata delle normative preesistenti. Ha anche l'obiettivo di far fronte alla crescente complessità della tecnologia nei mercati finanziari e all'espansione del crimine finanziario a livello mondiale.

1. Cosa si intende per Abuso di Mercato?

L'abuso di mercato si riferisce alla pratica di utilizzare informazioni per svantaggiare gli investitori del mercato finanziario o per ottenere un vantaggio illegittimo come investitore. Questo viene solitamente fatto in uno dei seguenti tre modi: utilizzando informazioni vantaggiose che il pubblico non ha, distribuendo informazioni errate o distorcendo i meccanismi di fissazione dei prezzi degli strumenti finanziari.

Il Regolamento sul Market Abuse definisce tre principali forme di abuso di mercato:

  • Insider Dealing – Si tratta dell'uso di informazioni privilegiate per effettuare, modificare o annullare operazioni o per incoraggiare un terzo a effettuare operazioni utilizzando tali informazioni.
  • Divulgazione illecita di informazioni privilegiate - Si tratta dell'atto di rilasciare informazioni senza le corrette autorizzazioni.
  • Manipolazione di mercato - Si tratta del termine generale per una serie di azioni che distorcono le prestazioni del mercato.

1.2 Cos'è il Regolamento sul Market Abuse (MAR)? 

Il Regolamento sul Market Abuse ((596/2014/UE) (MAR) è entrato in vigore il 3 luglio 2016. Questo regolamento abroga la precedente Direttiva sull'Abuso di Mercato (2003/6/CE) (MAD), sostituendola con un ambito di applicazione esteso. Il concetto originale dietro la MAD era quello di creare un quadro unificato per le normative sull'abuso di mercato nell'UE al fine di garantire un flusso informativo efficace e coerente tra gli Stati membri. Con ciò, i legislatori speravano di dimostrare solidità agli investitori esterni e una migliore cooperazione transfrontaliera. 

 L'idea  di questa nuova forma più rigorosa di legislazione sull'abuso di mercato è quella di rafforzare l'integrità del mercato e la protezione degli investitori e garantire un manuale universale in tutti gli Stati membri dell'UE. Il MAR non solo rafforza le legislazioni precedenti, ma lee migliora  anche estendendo la sua portata per introdurre nuove violazioni. In questo modo, il regolamento mira ad aumentare l'attività nei mercati dei titoli. Secondo la Financial Conduct Authority del Regno Unito (FCA):"Il MAR mira ad aumentare l'integrità del mercato e la protezione degli investitori, migliorando l'attrattività dei mercati dei titoli per la raccolta di capitali."

In termini generici, il regolamento sanziona il reato di insider trading, manipolazione di mercato e divulgazione illecita di informazioni. Conferisce alle autorità di regolamentazione nazionali la responsabilità di individuare e proteggere dall'abuso di mercato, conferendo a tali organi il potere di imporre sanzioni alle parti non conformi. Il MAR  delinea anche disposizioni per il rilevamento e la conformità.

 

2. Ambito di applicazione: A chi si applica il MAR?

Il MAR non si riferisce a persone fisiche o società, ma a strumenti finanziari e comportamenti o transazioni. 

Ci sono quattro principali categorie di strumenti finanziari coperti dal MAR. Questi sono:

  • strumenti finanziari ammessi alla negoziazione su un mercato regolamentato o per i quali è stata presentata una richiesta di ammissione alla negoziazione su un mercato regolamentato;
  • strumenti finanziari negoziati su un sistema multilaterale di negoziazione (MTF), ammessi alla negoziazione su un MTF o per i quali è stata presentata una richiesta di ammissione alla negoziazione su un MTF;
  • strumenti finanziari negoziati su un sistema organizzato di negoziazione (OTF);
  • strumenti finanziari non coperti dai punti (a), (b) o (c), il cui prezzo o valore dipende o ha un effetto sul prezzo o valore di uno strumento finanziario di cui ai suddetti punti, inclusi, ma non solo, i contratti di swap su credit default e i contratti per differenza.

Per quanto riguarda i comportamenti e le transazioni, il MAR copre anche determinati tipi di offerte. Se la piattaforma di asta è considerata un mercato regolamentato di emissioni di permessi o prodotti simili all'asta, si applica il MAR. Questo vale anche nel caso in cui i prodotti all'asta non siano considerati strumenti finanziari.

Nonostante il MAR sia un regolamento dell'UE, tecnicamente si applica a livello mondiale. La portata globale è delineata nel regolamento come segue:

“"I divieti e gli obblighi previsti dal [MAR] si applicano alle azioni e alle omissioni nell'Unione e in un paese terzo, riguardanti [strumenti finanziari compresi nel campo di applicazione del MAR]."” (Articolo 2(4))

Il MAR comprende non solo gli strumenti finanziari all'interno del mercato regolamentato dell'UE, ma anche qualsiasi strumento finanziario negoziato su un sistema organizzato di negoziazione (OTF) o un sistema multilaterale di negoziazione (MTF). Dal momento che gli strumenti finanziari negoziati su OTF o MTF possono, teoricamente, essere basati in qualsiasi parte del mondo, la portata del MAR si estende in tutto il mondo.

3. Riepilogo del MAR

3.1 Annuncio di una transazione: Market Soundings

Il termine ‘market sounding’ si riferisce all'atto di comunicare informazioni prima dell'annuncio di una transazione, al fine di valutare l'interesse potenziale degli investitori. Di solito, questo processo comporta l'indagine delle dimensioni o del prezzo potenziale di una possibile transazione, delle condizioni in cui potrebbe verificarsi e di quanti investitori sarebbero interessati. Questa pratica avviene più frequentemente in relazione a blocchi di transazioni o collocamenti privati.

La natura sensibile di questa procedura significa che è strettamente regolamentata dal MAR. L'articolo 11 si occupa di stabilire l'applicabilità e le procedure relative al market sounding, insieme a ulteriori disposizioni dettagliate nel Regolamento Delegato della Commissione (UE) 2016/960, nel Regolamento di Esecuzione della Commissione (UE) 2016/959 e nelle linee guida dell'ESMA.

In primo luogo, il termine "market sounding" si applica agli emittenti, alle offerte secondarie di strumenti finanziari e alle terze parti che agiscono per conto di una delle due parti.

Oltre a queste parti, le normative sul market sounding si applicano anche ai soci rilevanti in determinate condizioni. Ad esempio, se un'azienda stesse considerando un accordo di fusione, potrebbe essere necessario divulgare queste informazioni privilegiate ai suoi azionisti. Tuttavia, le condizioni stabiliscono che ciò è consentito solo se l'opinione degli azionisti è fondamentale per prendere la decisione di eseguire o bloccare la fusione. 

Nel caso in cui tutti i protocolli per un market sounding siano rispettati, i partecipanti che divulgano informazioni di mercato sono coperti dal sospetto di abuso di mercato e si considera loro concesso un "porto sicuro". Se le condizioni applicabili sono soddisfatte, la divulgazione di informazioni privilegiate in un market sounding viene considerata come un dovere professionale normale della persona.

È importante notare che, sebbene i market sounding possano essere effettuati tramite incontri di persona, telefonate, video, per iscritto o per posta elettronica, i market sounding devono essere registrati. I partecipanti devono essere informati e dare il loro consenso alla registrazione in anticipo. Nel caso di incontri di persona, un redattore può scrivere i verbali, che devono essere firmati da tutte le parti entro cinque giorni lavorativi. Successivamente, i registri dei market sounding devono essere conservati in modo sicuro per cinque anni.

Prima che un market sounding possa avere luogo, il destinatario del market sounding deve essere informato di determinate informazioni e dare il consenso a ricevere tali informazioni. Il destinatario deve essere informato del fatto che avrà luogo un market sounding, che questo includerà informazioni privilegiate e che le conversazioni saranno registrate. I destinatari devono anche essere informati di una stima della data in cui le informazioni non saranno più considerate informazioni privilegiate, insieme a una dichiarazione sulla riservatezza. Il destinatario valuterà se ha il diritto di ricevere tali informazioni e dichiarerà ciò.

3.2 Reati di abuso di mercato

Esistono tre categorie di reati di abuso di mercato secondo il MAR. Questi sono:

  • Insider dealing (insider trading)
  • Unlawful disclosure of inside information (divulgazione illecita di informazioni privilegiate)
  • Market manipulation (manipolazione di mercato)

All'interno di queste tre categorie, ci sono sette comportamenti che definiscono ciò che è considerato abuso di mercato e ciò che non lo è.

3.3 Insider dealing (insider trading)

L'insider dealing  si riferisce all'uso di informazioni privilegiate per effettuare transazioni a proprio vantaggio. Questo include l'esecuzione di ordini basati su informazioni privilegiate, nonché l'annullamento e la modifica di ordini basati su informazioni privilegiate

Ad esempio, un dirigente di un'azienda sa che l'azienda sta per ricevere un grosso finanziamento (un evento probabilmente considerato un'informazione privilegiata). Questo dirigente potrebbe effettuare una transazione sapendo che il prezzo delle azioni dell'azienda aumenterà. Ciò sarebbe considerato insider dealing perché si sta utilizzando informazioni privilegiate come vantaggio ingiusto.

È importante notare che il MAR specifica che l'insider dealing non riguarda solo l'esecuzione di transazioni, ma anche l'annullamento e la modifica di ordini basati su informazioni privilegiate.

Ad esempio, immagina che un dirigente di un'azienda ponga un ordine importante, ma scopra che il CEO si dimetterà entro il mese successivo (un evento probabilmente considerato un'informazione privilegiata). L'annullamento o la modifica di questo ordine in base a queste informazioni privilegiate, prima che le informazioni siano rese pubbliche, sarebbe considerato insider trading.

Allo stesso modo, il MAR mette in atto misure per prevenire collusioni tra terze parti. La normativa impedisce anche alle persone con accesso a informazioni privilegiate di sfruttare tali informazioni per incoraggiare una terza parte a effettuare operazioni vantaggiose, come offrire consigli e raccomandazioni a un'altra persona per effettuare transazioni basate su informazioni privilegiate. 

3.4 Divulgazione illecita di informazioni privilegiate

La divulgazione illecita di informazioni privilegiate  avvienequando una persona con accesso a informazioni privilegiate passa tali conoscenze a un'altra persona. Le uniche eccezioni a ciò sono se la divulgazione è una parte regolare dell'impiego o dei doveri professionali della persona.

3.5 Manipolazione di mercato

Le definizioni di manipolazione di mercato sono indicate nell' articolo 12 del MAR. Si riferisce all'atto di ingannare il mercato attraverso determinate attività o attività che manipolano il prezzo.

In linea con questo, il MAR vieta specificamente alle persone di inserire ordini o comportarsi in qualsiasi modo che offra segnali deliberatamente fuorvianti riguardo all'offerta e alla domanda di uno strumento finanziario o al suo prezzo potenziale. Per supportare questo, è anche vietato produrre e distribuire informazioni che ingannano deliberatamente il mercato sull'offerta e la domanda o che indicano un prezzo falso. Estendendo la portata delle legislazioni precedenti, il MAR vieta esplicitamente la manipolazione dei benchmark.

L'articolo 12 specifica anche che la manipolazione di mercato può includere l'accordo per ottenere una posizione dominante sull'offerta o la domanda di strumenti finanziari, prodotti all'asta (basati su permessi di emissione) o merci per la negoziazione immediata al fine di creare condizioni di negoziazione sleali. Anche l'atto di interrompere o ritardare i sistemi di negoziazione viene considerato una manipolazione di mercato, così come sovraccaricare o destabilizzare i libri degli ordini.

L'Allegato I del MAR fornisce un elenco esaustivo di possibili attività che potrebbero segnalare la presenza di manipolazione di mercato.

Le normative sulla manipolazione di mercato riguardano tutti gli strumenti finanziari negoziati su mercati regolamentati, MTF e OTF. Ciò include i titoli, ma si estende anche alle transazioni derivate, ai contratti di commodity immediata e agli strumenti di mercato se influenzati dal prezzo/valore di uno strumento finanziario.

3.6 Quali informazioni devi divulgare secondo il MAR?

Garantire il corretto protocollo per la divulgazione delle informazioni è fondamentale per rimanere in conformità con il MAR.

3.7 Divulgazione di informazioni privilegiate

Quando si considera la divulgazione di informazioni privilegiate, è fondamentale comprendere cosa viene classificato come informazioni privilegiate. Per essere considerate informazioni privilegiate, le conoscenze devono riferirsi a un determinato emittente o strumento finanziario e devono essere precise nella loro natura. Le informazioni privilegiate, per loro stessa definizione, non sono ancora state rese pubbliche. Tuttavia, se o quando tali informazioni vengono rese pubbliche, è probabile che abbiano un effetto significativo sul prezzo dei relativi strumenti finanziari.

Secondo il MAR, le informazioni privilegiate devono essere divulgate al pubblico il più presto possibile. Quando si divulgano informazioni privilegiate, le informazioni devono essere complete, accurate e prive di errori. Le informazioni privilegiate devono essere rivelate in modo tale da consentire un accesso rapido per agevolare il pubblico nel trarre una conclusione tempestiva sull'importanza di queste informazioni.

È esplicitamente indicato che la divulgazione di tali informazioni pertinenti e sensibili non deve essere effettuata in concomitanza con attività di marketing, in quanto ciò potrebbe confondere la divulgazione.

Una volta rivelate, la divulgazione di queste informazioni privilegiate deve essere pubblicata e mantenuta pubblicamente (di solito su un sito web) per cinque anni.

3.8 Ritardo della divulgazione di informazioni privilegiate

Il ritardo della divulgazione di informazioni privilegiate   è consentito se l'emittente o il partecipante al mercato dei permessi di emissione (EAMP) lo ritiene opportuno, tuttavia, ci sono condizioni rigorose. Ai sensi dell'articolo 17 del MAR, il ritardo è consentito solo se:

  • la divulgazione immediata sarebbe pregiudizievole per gli interessi legittimi dell'emittente;
  • il ritardo della divulgazione non è suscettibile di indurre in errore il pubblico; 
  • l'emittente è in grado di garantire la riservatezza delle informazioni.

Per rimanere in conformità con il MAR, tutti i ritardi nella divulgazione di informazioni privilegiate  devono  essere segnalati immediatamente all'Autorità Competente Nazionale pertinente. Devono essere mantenuti registri appropriati per delineare i dettagli del ritardo della divulgazione, anche se questi non devono essere presentati a meno che non venga richiesto.

3.9 Segnalazione di transazioni sospette

Con l'obiettivo di prevenire l'abuso di mercato, ogni persona che organizza transazioni deve stabilire procedure efficaci per riconoscere e  segnalare ordini o transazioni sospetti . Secondo il regolamento, le segnalazioni dovrebbero essere fatte alle autorità competenti se una persona sospetta irregolarità con qualsiasi strumento finanziario, sia all'interno che all'esterno di un luogo di negoziazione. Deve essere segnalata qualsiasi attività che potrebbe essere considerata insider dealing o manipolazione di mercato, insieme a qualsiasi tentativo di queste due attività.

passi pratici fper stabilire procedure efficaci per segnalare attività sospette includono la creazione di politiche dettagliate che definiscono i criteri per valutare l'attività sospetta, nonché l'installazione di sistemi di sorveglianza efficaci che monitorano e segnalano l'attività sospetta. Queste procedure devono includere processi per segnalare ordini e transazioni sospette alle autorità competenti in modo tempestivo. Devono essere messi in atto programmi di formazione regolari e completi per il personale per mantenerli aggiornati su tutte le procedure relative alla segnalazione di attività sospette.

Per essere pienamente conformi, è essenziale un meticoloso mantenimento dei record. Le informazioni relative alle decisioni prese in merito all'attività sospetta devono essere conservate per cinque anni. Questo si riferisce sia ai rapporti in cui il sospetto è stato ritenuto valido sia a quelli in cui il sospetto è stato ritenuto infondato.

3.10 Raccomandazioni di investimento

Le raccomandazioni di investimento sono definite nel MAR come: 

“Informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento, esplicitamente o implicitamente, riguardo a uno o più strumenti finanziari o agli emittenti, comprese qualsiasi opinione sul valore o prezzo presente o futuro di tali strumenti."  Articolo 3(1)(35)

Non c'è un intervallo di tempo esplicito  per le raccomandazioni di questo tipo né una definizione di obiettivi di prezzo specifici. Il MAR, invece, si riferisce a tutte le raccomandazioni sugli investimenti in strumenti finanziari dell'UE, indipendentemente dagli intervalli di tempo sugli investimenti futuri. 

Le raccomandazioni fatte da un potenziale insider devono essere accompagnate da una  dichiarazione di interessi, che include l'identità del consigliere, il titolo di lavoro e l'autorità competente. Allo stesso modo, le dichiarazioni dovrebbero dettagliare se la raccomandazione si basa su opinioni o fatti, e se è basata su fatti, quali fatti e quali assunzioni materiali accompagnano la raccomandazione. Dovrebbero anche essere inclusi eventuali previsioni, proiezioni o obiettivi di prezzo che sottolineano la raccomandazione. 

3.11 Transazioni di persone con responsabilità dirigenziali (PDMR)

Nel MAR, una persona con responsabilità dirigenziali (PDMR o Soggetto Rilevante) di un emittente o EAMP si riferisce a un membro dell'organo direttivo, di supervisione o amministrativo dell'organizzazione. Sono inclusi anche sotto questo termine generale eventuali dirigenti senior non compresi nella precedente categoria, ma che hanno regolare accesso a informazioni privilegiate e hanno il potere di prendere decisioni chiave che modellano il futuro dell'entità in questione.

Ai sensi del MAR, i PDMR devono notificare alle autorità competenti qualsiasi ordine o transazione effettuata su conti personali che riguarda l'emittente o EAMP. Questo si applica a tutti gli strumenti finanziari, compresi, ma non solo, azioni, derivati e strumenti di debito. Nella maggior parte dei paesi, i PDMR devono notificare alle autorità competenti tutte le transazioni una volta raggiunta una soglia predefinita entro un anno solare. La soglia può essere compresa tra 5.000 € e 20.000 €, a seconda dello stato membro. Le notifiche delle transazioni dei PDMR devono essere fatte entro tre giorni lavorativi per rimanere conformi.

3.12 Conservazione dei record e liste di insider

La conservazione dei record è un elemento fondamentale per rimanere conformi al MAR. Una delle facce più importanti della conservazione dei record è la creazione e la corretta gestione delle liste di insider. 

In particolare, le aziende devono creare liste complete che indicano i nomi e le identità delle persone all'interno dell'organizzazione con accesso a informazioni privilegiate. Secondo le linee guida ESMA, queste liste devono essere tenute aggiornate e nel formato corretto. Le voci nelle liste degli insider dovrebbero includere informazioni sulla data e l'ora di ricezione delle informazioni privilegiate, insieme a una documentazione estesa delle informazioni personali dell'individuo al momento.

In questo senso, alle entità è consentito mantenere liste permanenti e basate sugli eventi per gli insider. Le liste degli insider permanenti sono riservate alle persone all'interno di un'entità che hanno sempre accesso a tutte le informazioni privilegiate, mentre le liste basate sugli eventi sono per coloro che ricevono informazioni privilegiate solo in relazione a determinati eventi.

Importante:
La conservazione errata dei record è una violazione del MAR e può comportare sanzioni finanziarie sostanziali. Ciò include:

  • Aggiungere tutti gli insider a una lista permanente degli insider. Se utilizzata, questa lista deve essere riservata alle persone che hanno sempre accesso a tutte le informazioni privilegiate.
  • Omettere di creare e aggiornare liste degli insider basate sugli eventi. . Lo scopo di questo tipo di lista è consentire alle autorità di determinare quali informazioni privilegiate esistono all'interno dell'azienda e a che ora queste informazioni sono state identificate. 
  • Non conservare i dati degli insider nel  formato digitale specificato da ESMA nell'articolo 18(9) del MAR. 
  • Non notificare gli insider e ottenere la loro conferma quando vengono inclusi in una lista di insider.

La conservazione dei record è un processo rigoroso per la conformità al MAR. Tutte le segnalazioni sospette, i registri delle informazioni privilegiate, i ritardi nella divulgazione, ecc., devono essere conservati per cinque anni. Le autorità di regolamentazione hanno il potere di richiedere questi registri in qualsiasi momento e possono richiedere registrazioni di conversazioni telefoniche, registri di traffico dati e comunicazioni elettroniche.

3.13 Safe Harbor

Un 'safe harbor' è il termine per le eccezioni in cui determinati comportamenti sono considerati esenti dal MAR.

3.14 Programmi di acquisto di azioni e misure di stabilizzazione

I programmi di acquisto di azioni e le misure di stabilizzazione sono  esenti dal MAR quando sono soddisfatte tutte le altre condizioni del regolamento. 

Un programma di acquisto di azioni o di riacquisto di azioni si riferisce all'atto di una società che riacquista le sue azioni per ridurre il numero di azioni disponibili sul mercato. Questo spesso aiuta a stabilizzare una società o serve a premiare gli azionisti.

Le misure di stabilizzazione sono politiche adottate per garantire la stabilità economica di una società, come la negoziazione di titoli allo scopo unico di stabilizzazione.

3.15 Pratiche di mercato accettate (AMP)

Le pratiche di mercato accettate  sono 'safe harbor' che non sono descritte nel MAR. Il regolamento consente alle Autorità Competenti Nazionali (NCAs) di stabilire determinate pratiche che sono pertinenti solo alla loro giurisdizione specifica. 

3.16 Sanzioni 

Secondo l'articolo 30(2) del MAR, le NCAs hanno il potere di infliggere una varietà dsanzioni per le violazioni del regolamento sull'abuso di mercato. Questo può assumere la forma di un avvertimento pubblico che identifica i responsabili, un ordine di cessazione e divieto, la restituzione dei profitti ottenuti da attività illecite, un divieto o sospensione di una società di investimento o di un gestore e sanzioni finanziarie considerevoli.

Di seguito è riportata una tabella delle sanzioni amministrative pecuniarie massime, come indicato nella sintesi delle sanzioni del regolamento ESMA sull'abuso di mercato.

  Articolo del MAR Infrangimento Massima sanzione amministrativa pecuniaria
Persone fisiche 14 e 15 €5,000,000
  16 e 17 €1,000,000
  18, 19, e 20 €500,000
Persone giuridiche 14 e 15 €15,000,000 o 15% del fatturato annuo totale 
  16 and 17 €2,500,000 o 2% del fatturato annuo totale 
  18, 19, and 20 €1,000,000 

3.17 MAR e MiFID II 

La direttiva originale sui mercati degli strumenti finanziari (MiFID) è stata introdotta nel 2007 per sostituire la direttiva sui servizi di investimento. L'idea era quella di proteggere gli investitori e migliorare la competitività del mercato in tutta l'UE. In risposta alla crisi finanziaria del 2008, sono state create la MiFID II e la corrispondente regolamentazione sui mercati degli strumenti finanziari (MiFIR). La MiFID II si concentra principalmente sui luoghi di negoziazione o le strutture in cui vengono negoziati gli strumenti finanziari, mentre la MiFIR riguarda la regolamentazione delle operazioni di questi luoghi. Progettate per affrontare le lacune della MiFID originale, queste normative si estendono per coprire i grandi progressi nell'innovazione finanziaria e la tecnologia corrispondente. 

Il MAR, progettato per rafforzare le reazioni all'abuso di mercato, mira anche ad aumentare l'attrattiva del mercato aumentando la protezione degli investitori. Ampliando la definizione di abuso di mercato, il MAR mira anche a far fronte alla rapida crescita della tecnologia e alle complicazioni che essa comporta.

Unendo questi due regolamenti, l'UE mira a un mercato più trasparente per i consumatori, che ora sono a conoscenza di più informazioni che mai. Offrendo agli investitori una migliore comprensione dei prodotti e dei servizi offerti sul mercato, insieme alla trasparenza nei processi, questi due regolamenti lavoreranno insieme per stimolare la concorrenza nei mercati finanziari. 

3.18 Come rimanere conformi al MAR 

Rimanere conformi al MAR comporta due aspetti. Da un lato, le entità devono assicurarsi di divulgare tempestivamente e registrare tutte le informazioni riservate in modo conforme. D'altra parte, rimanere conformi al MAR significa mettere in atto processi per garantire l'individuazione, la segnalazione e la registrazione dell'abuso di mercato alle autorità competenti.

Per rimanere conformi in termini di divulgazione delle informazioni riservate, è consigliabile fare riferimento alle  linee guida e agli standard tecnici dell'ESMA. Assicurandosi che tutto il personale sia adeguatamente formato sulle procedure relative alle informazioni riservate, le organizzazioni possono garantire che gli elenchi di persone con accesso privilegiato  siano corretti e aggiornati, e che siano rispettati gli standard e i protocolli per la divulgazione delle informazioni riservate.

Per quanto riguarda il rispetto di questa normativa di mercato europea, al fine di prevenire l'abuso di mercato, è importante che le entità abbiano politiche e procedure formali per l'individuazione, la mappatura, il monitoraggio e la segnalazione di attività sospette e potenziale abuso di mercato. Allo stesso modo, il personale deve ricevere una formazione regolare per garantire l'efficace attuazione di tali procedure e politiche.

Per quanto riguarda l'individuazione dell'abuso di mercato, le entità devono indicare quali  comportamenti di abuso di mercato sono rilevanti, poiché non tutti i comportamenti sono pertinenti per tutte le aziende. Mentre il MAR descrive in generale il comportamento manipolativo, l'abuso di mercato può assumere molte forme, dal phishing all'abuso di squeeze, dalle negoziazioni fittizie ai sistemi di "pump and dump". In questo senso, le aziende devono individuare i comportamenti a cui sono più esposte.

La fase di mappatura della conformità lega ciascun comportamento di abuso di mercato a un segnale che avviserà dell'attività sospetta. Questo processo consente al sistema interno di segnalare questi tipi di comportamenti. Dovrebbero essere fatti sforzi per prevenire il maggior numero possibile di "falsi positivi".

Una volta stabiliti segnali accurati, le aziende devono monitorare costantemente il comportamento in corso per riconoscere eventuali segnali di attività sospetta man mano che si verificano. In conformità alle procedure di dovuta diligenza, il monitoraggio deve essere accuratamente documentato.

Eventuali attività sospette devono essere segnalate direttamente alle autorità competenti, corredate da un tracciato di audit pertinente a supporto della dovuta diligenza. Le entità dovrebbero mantenere registrazioni precise per un periodo fino a cinque anni, utilizzando queste registrazioni e i segnali come strumento per ridurre il rischio e migliorare l'accuratezza del sistema di monitoraggio.

4. Conclusione

Il Regolamento sull'Abuso di Mercato è un documento legislativo completo che aiuta a proteggere gli investitori e promuove l'attività di mercato prevenendo l'abuso di mercato. Mirando a creare un quadro standardizzato tra i membri dell'UE, il MAR offre definizioni e standard per l'individuazione, il monitoraggio e la segnalazione dell'abuso di mercato, nonché i protocolli per la gestione e la divulgazione delle informazioni riservate.

5. Bibliografia e approfondimenti 

Condividi questo post

Riepilogo dell'articolo

Navigare nella compliance con facilità

Iscrivetevi alla Compliance Alliance newsletter per rimanere aggiornati

ISCRIVETEVI
newsletter-subscription-image

Navigare nella compliance con facilità

Iscrivetevi alla Compliance Alliance newsletter per rimanere aggiornati

Hai effettuato la sottoscrizione con successo!

Questa è la tua conferma ufficiale. Grazie per esserti unito alla newsletter di ComplyLog. Nel frattempo, dai un'occhiata agli ultimi articoli e riferimenti.

Related articles

Post Picture

Come Carbonetti e Associati Studio Legale ha ottimizzato la gestione del registro insider

Carbonetti e Associati Studio Legale è uno studio di consulenza legale con sedi sia a Milano che a Roma. Supporta clienti in tutti i settori del...
Per saperne di più
Post Picture

ComplyLog aiuta NTE Process a procedere verso il suo obiettivo di sostenibilità aziendale

Una cultura aziendale positiva è essenziale per guidare le organizzazioni verso la sostenibilità delle loro operazioni. Con un ecosistema normativo...
Per saperne di più
Post Picture

ADVANT Nctm con ComplyLog per aiutare le PMI a garantire la conformità

ADVANT è un'associazione di studi legali europea, con sedi nelle principali città tra cui Milano, Roma, Genova, Londra e Shanghai. Offre ai suoi...
Per saperne di più
Post Picture

I 7 comportamenti che qualificano l’abuso di mercato

Anche con una solida comprensione del Regolamento sugli Abusi di Mercato (MAR), può essere ancora difficile capire cosa sia considerato abuso di...
Per saperne di più
All articles